mercoledì 23 marzo 2011

A Saverio Romano, neoministro

9 commenti:

  1. Pittosto banale, credo politico a parte.
    Questa non è satira, non è per nulla pungente.
    E' solo offesa, quel tipo di composizione che fa passare, con efficacia, dalla ragione alla banalità, al torto dettato dalla perdita di credibilità.

    RispondiElimina
  2. Credo politico non a parte. Penso che il tuo credo politico agisca sulla tua opinione molto più di quanto pensi o di quanto voglia far sembrare. Se sia o non sia satira, è da vedere. D'altro canto satira di destra ce n'è molto poca e molto scarsa. Se sia pungente o meno, penso lo si sia già dimostrato, col tuo intervento. Anche se fosse solo offesa: quindi? I politici e in primo luogo il primo ministro non fanno altro che offenderci e farci perdere la dignità come nazione. Ogni paese ha la satira che si merita. Puttanieri, bancarottieri e mafiosi al governo. E parli di offese? E offese siano, allora.
    Grazie per il commento.

    RispondiElimina
  3. La vera offesa è che venga fatto neo ministro della Repubblica un tizio indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Questo è un governo di schifosi personaggi sotto ricatto.

    RispondiElimina
  4. sono super comunista ecc. ma non mi ha fatto ridere come satira.

    RispondiElimina
  5. Mai sentito un super comunista ecc. definirsi super comunista... L'importante è sentirsi super!

    RispondiElimina
  6. Ma per curiosità, spiegaci i motivi per cui ti senti (o meglio, dici di essere) un super comunista: dimostracelo.

    RispondiElimina
  7. Lezione n.1: la satira non è sinonimo di comico.
    Il genere satirico è ben altra cosa.

    RispondiElimina
  8. Riprendiamo ad esempio ciò che è riportato su Wikipedia (non voglio scomodarmi per cercare altre fonti)
    "La satira (dal latino satura lanx, nome di una pietanza mista e colorata) è una forma libera e assoluta del teatro[1], un genere della letteratura e di altre arti caratterizzata dall'attenzione critica alla politica e alla società, mostrandone le contraddizioni e promuovendo il cambiamento."
    Ora, l'attenzione critica alla politica e alla società DEVE FAR RIDERE? No. Ergo, di satira si tratta e non deve far ridere a tutti i costi.

    Lieto di acculturarvi.

    RispondiElimina
  9. Complimenti, una poesia scritta con maestria, assonanze e musicalità, originale nelle immagini evocate e mordace nella sua componente satirica...
    la satira spesso non viene compresa perchè non si conosce, si pensa solo al Bagaglino e all'avanspettacolo, la satira è ben altro...
    Matteo C.

    RispondiElimina