domenica 3 luglio 2011

Ad Alfano, monologo interiore con tormento.

Angelino Alfano, nuovo delfino del premier, è diventato il nuovo segretario del PDL, una figura "nuova" per tale ambiente che vede Silvio Berlusconi come suo sovrano supremo incontrastato e incondizionato. Ma già dal suo discorso di "inaugurazione" del suo nuovo incarico, Alfano ha capito con cosa avrà a che fare prossimamente: un'orgia di individui che per ora lo applaude soltanto perché sotto l'egida del capo, e con una amicizia da rinsaldare quando lo stesso capo sarà fuori gioco: quella con Gianfranco Fini. Ora, se volete rivedervi i passaggi dei rapporti tra l'attuale ministro della giustizia e il presidente della camera fate pure una ricerca su Google, poiché Il Peggio è nato dopo i fatti di Fiuggi e per questo non possiamo riportarvi alcun link dal nostro sito. 

Nessun commento:

Posta un commento