domenica 10 luglio 2011

A Silvio, sfidando Bondi.

Nonostante si sia dimesso dal Ministero dei Beni e delle politiche culturali, Sandro Bondi esercita ancora molta influenza sul gruppo de Il Peggio. Forse i più sensibili tra voi capiscono benissimo cosa voglia intendere, celando nei loro occhi un vuoto profondo e malinconico, lasciato dall'ex ministro. Andreaseperso cavalca la malinconia per comporre una poesia a metà tra lo scherzo e lo spleen. Non è proprio una poesia satirica. Non è proprio una poesia. Non è che sia proprio un poeta. [asp]

Nessun commento:

Posta un commento