sabato 15 ottobre 2011

A Marco Pannella, poesia radicale

Marco Pannella è passato dalla protesta alla protesta per la protesta. Aspettiamoci la protesta per la protesta della protesta alla protesta. Sarà mica protestante, più che radicale? In questa poesia satirica, Lourid cattura il momento e lo fotografa con un componimento Eco-sostenibile [asp]

7 commenti:

  1. Pannella se fosse un uomo d'onore si dovrebbe ritirare dalla politica, difende solo puttane e froci

    RispondiElimina
  2. I radicali sono come la Lega, pensano solo ai loro interessi!!! Scommettiamo che stanno trovando un pretesto per allearsi con Berlusconi?? Che schifooooo.....

    RispondiElimina
  3. signora coscioni con tutto il rispetto per suo marito ,ma secondo lei lui cosa avrebbe detto? lei è li per difendere i deboli e i loro diritti oggi ha difeso i forti e i loro privilegi con rispetto giuseppe ma mediti a cio che ha fatto.

    RispondiElimina
  4. Il Mafioso acquista i voti da persone viscide al par suo
    Con la promessa se Onorerete il contratto vivrete ricchi e contenti.
    Parola di (CESARE) l’intoccabile
    Come ATTILA dove passo io a gli altri non rimane altro che piangere.
    Chi gli succederà per rimediare hai danni fatti ci vorranno minimo 3 legislature
    Se gli lasciate finire il mandato, cari giovani lo ciuccerete a vita
    Con tutta la sua genia.
    di quanti figli sarà la sua genia? boh AUGURI
    Vittorio

    RispondiElimina
  5. grazie a tutti per i vivaci commenti!

    RispondiElimina
  6. non sono pro radicali,ma Pannella non è poi cosi male..semmai io bastonerei la Bonino che ha amici parecchio influenti nella finanza e assieme a quello stronzo di Ichino stanno fottendo tutti alla grande ...
    http://orgogliooperaio.blogspot.com/2011/09/ecco-le-conseguenze-degli-struzzi.html

    RispondiElimina
  7. Pannella non è poi così male, ma intanto s'è andato a fare una "cena" da Berlusconi subito dopo l'accaduto.

    RispondiElimina