martedì 29 novembre 2011

Da “I LOVE BUNGA BUNGA” a "FORZA GNOCCA". Ma Berlusconi stavolta non c'entra.

Ormai è ben noto e provato da molteplici esempi: qualsiasi cosa sia in qualche modo legata al nome di Silvio Berlusconi (salvo le di lui imprese di famiglia) non appare certo destinata alle migliori fortune. Ciononostante c’è chi come Alfonso Piscitelli, imprenditore del settore dei profumi, non si lascia certo spaventare dalla scaramanzia e appare tutt’altro che intenzionato a gettare la spugna, nella ferma convinzione della bontà delle sue idee. La sua idea di lanciare sul mercato l’eau de parfum “I love bunga bunga” non può infatti dirsi baciata dalla sorte, visto che glielo hanno sequestrato a più riprese come prodotto contraffatto. L’interessato, forse ispirato dall’ispiratore (finale?) delle sue fragranze, prima denuncia persecuzioni da parte dei poteri forti dichiarando “Sono un perseguitato, sono le multinazionali della cosmesi che mi fanno guerra” per poi incombere in un sussulto di dubbio sulle effettive cause della sua mala sorte: “Sarà un caso, ma i miei guai sono iniziati quando ho lanciato un altro profumo legato a Berlusconi “Club Forza Italia”. Ma i dubbi sono fatti per essere felicemente superati , e Piscitelli non demorde, anzi è pronto a rilanciare. A breve, ispirato dalle “attività” dell’ex presidente del Consiglio, si prepara a lanciare un nuovo profumo: “Forza Gnocca” con un sapore molto particolare: “All’essenza di vulva”, promette.

Lourid

1 commento:

  1. Saremo famosi in tutto il mondo per le "CAZZATE ALLA BERLUSCONI".
    Ce ne faremo un vanto e anche una ragione.

    RispondiElimina