mercoledì 9 novembre 2011

L'Apocalisse del Cavaliere, ovvero Il Cavaliere dell'Apocalisse

Una poesia sull'apocalisse di Berlusconi, il quale ci ha portati sull'orlo di un'altra apocalisse: la nostra.

1 commento:

  1. Chi è un pò cosciente della vita, sa perfettamente, che un uomo solo non può fare nulla, perché fa parte di un ciclo che continua. La gente vota, se non ci fosse lui là, ci sarebbe qualche altro nome. Bisogna imparare, caro poeta, a non dare la colpa agli altri, bensì condividere anche la colpa. La crisi è in tutto il mondo, l'apocalisse, se la vuoi chiamare così, è dapertutto, non solo in italia. Apriamo un pò gli occhi. (Non sostengo Berlusconi, ma nemmeno lo condanno)

    RispondiElimina