lunedì 15 ottobre 2012

A Walter Veltroni, poesia d'addio (?)

    Veltroni annuncia che non si ricandiderà. Il Peggio lo saluta, ovviamente a modo suo.

1 commento:


  1. Veltroni sfamerà l’Africa. Gnan gnam!


    Valterino si è dimesso,
    già lo aspettano i negretti.
    Poi un giorno avrà successo
    fra i poeti maledetti.

    Poiché il Premier non può fare
    ma di gloria non è astemio
    del Nobel lui punta al premio,
    per la pace o pel narrare.

    Andrà in Africa, lo giuro,
    perché il cuore suo strabocca.
    Specie dopo che a D’Alema
    un siluro sparò in bocca.

    Lui è per la prevenzione
    ma sa che al preservativo
    sfugge la rottamazione
    se d’età sei un po’ tardivo.

    Meglio allora farsi furbo:
    prima un nobile discorso
    e poi togliere il disturbo.
    Dopo il Toro arriva l’Orso!

    Certo Renzi no, non teme,
    sindachello di villaggio;
    è che dentro ormai gli freme
    di partire all’arrembaggio

    di quell’Africa negletta
    che tra spasimi e sussulti
    come un nume ormai l’aspetta,
    tanto i bimbi che gli adulti.

    Come Schweitzer redivivo
    Lui s’immolerà per loro
    ma la notte, in cuor giulivo,
    scriverà per quell’alloro.

    Via dai fasti del gran mondo,
    dalle faide con Baffetto:
    certo stanco ma giocondo,
    rosso un fiore avrà nel petto.

    Poi un giorno la sua fama
    di buonista grasso e buono
    si trasformerà in proclama,
    rimbombando come un tuono:

    “L’uomo bianco, cioè Veltrone,
    è più dolce e saporito
    delle ostriche in carpione
    che inviava un dì Fiorito!”

    Finirà la sua ricetta
    sul local Gambero Rozzo:
    “Valterino con pancetta
    sfama più di un maritozzo!”

    Non avrà certo un Nobel
    ma la fama imperitura
    d’esser stato pel budel
    di ogni afra creatura

    il sollievo ed il sollazzo,
    mentre qui per ben che andasse
    provocava l’imbarazzo
    a quell’altro capoclasse.

    Noi vogliamo ora sperare
    che per altri sia d’esempio:
    vadan l’Africa a sfamare
    che qui cesserà lo scempio!

    RispondiElimina