lunedì 12 novembre 2012

Desktop Fornero, satira su Elsa Fornero


6 commenti:


  1. Elsa, ovvero Il pianto piange


    Tu sei l’elsa alla spada di Monti,
    vale a dire la sua Durlindana.
    Il tuo ruolo non è da Befana
    e perciò niente doni né sconti.

    Non sei tipo da fare l’indiana,
    ora piangi ma dopo ti adonti.
    Niente albe ma solo tramonti
    nella sciatta realtà quotidiana.

    Prendi fischi ma pensi sian fiaschi,
    poi ti batti perché i sacrifici
    siano umani, un po’ soffici e laschi.

    Io lo so tu ci vuoi più felici,
    ma si sa se non rischi non raschi.
    Noi però non vogliamo la bici.

    RispondiElimina
  2. scusate se mi faccio i fatti vostri (mi ci potete mandare tranquillamente. Tanto non ci vado):
    com'è che qui non commenta nessuno, non dico cose intelligenti, anche solo cazzate come le mie?
    Niente commenti, MI PIACE che si contano al massimo con le dita dei piedi... aria di recessione anche qui?
    Se rispondete, almeno questo post avrà 4 commenti.
    Si vince qualcosa?

    RispondiElimina
  3. Scusami Jena pensavo di averti risposto ma da gmail non funziona

    scrivici su ilpeggiodellasatira@gmail.com oppure contatta Luigi dalla pagina "contatti"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusate la deriva quasi forumistica: vi ho rispedito la mail all'indirizzo che sta qui sopra. Niente contatto con Luigi che sta solo su FB - io no.

      Elimina
  4. Ciao Jena, scrivimi a luigiiacobellis85@hotmail.it ! [Luigi]

    RispondiElimina

  5. Una lacrima sul viso

    (sull’aria della canzone di Bobby Solo)

    Da una lacrima sul viso
    ho capito molte cose:
    tu non hai la couperose,
    ora so
    che arrossisci anche te.
    Una lacrima e un sorriso
    c'han svelato il tuo decreto.
    Poi ti sei abituata,
    e olé!
    pianti clìtoridei.
    Non hai mai capito,
    nascondevi che
    che tu, che tu
    ci provavi ma,
    ahiahimè,
    non trovavi mai
    il coraggio di dirlo*
    ma poi...
    Quella lacrima sul viso
    è spettacolo d'attore,
    ci si sclera l’esodante
    perché
    troppo choosy lui è.


    * sacrifici

    RispondiElimina