sabato 3 novembre 2012

Partito personale, sonetto ad Antonio di Pietro


3 commenti:

  1. Son Di Pietro l’Antonio di Bisaccia,
    eroe di quel che fu Mani Pulite.
    Ma oggi, miei signori, che vulite?
    Se l’uomo è cacciator… io vado a caccia!

    RispondiElimina
  2. I Valori dell’Italia dei Valori
    (Murmure: Votantònio votàntònio votantònio!)

    Ma chi sei all’oggidì
    se un Partito non ce l’hai?
    Forse uno Scaramacai,
    peggio ancor, Mago Zurlì.

    Ma se vuoi in questo momento
    che i Partiti fanno flop
    ritrovarti al top del top,
    metti in piedi un Movimento.

    Movimento dei Valori,
    caro Antonio, che intuizione!
    Che Valori nel mattone,
    nei terreni, nei trattori!

    Ah, i Valori dell’Italia
    sbatti in faccia alla Finanza!
    Tradizione più Sostanza
    ti sottraggono all’ordalia.

    RispondiElimina
  3. Santoro e Travaglio, buon samaritani,
    Tonino ciambellano col salvagente.
    Così un servizietto gli han fatto, indecente.
    E il pubboico applaude. Siam proprio italiani!

    RispondiElimina