sabato 24 novembre 2012

Pista, sonetto satirico sul sequestro Spinelli


1 commento:


  1. Rapimento Spinelli, pista sballata


    Segugi della Guardia di Finanza l’odore fiutan lungi di Spinelli.
    Sniffato hanno l’afror dei suoi ascelli
    e ai cani gli è venuto il mal di panza.

    Il guano, ch’è la cacca degli uccelli,
    non puzza così forte in lontananza:
    si spande ben più in là della Brianza
    la zòzzeria di questi pannicelli.

    Berlusca, le olgettine, tanta grana,
    ricatti e rapimenti da teatrino:
    fortuna che non siamo alla Magliana

    se no vedrei di certo lo zampino
    di qualche noto figlio di puttana
    civile, dell’esercito o marino.

    RispondiElimina