venerdì 28 dicembre 2012

SCHIERATO, poesia satirica in odore di DC

    Monti sale in campo, con il sostegno del Vaticano. E di chi, sennò?

4 commenti:


  1. Monti, un leader carrozzato Bertone


    Vuol Monti l’Europa, lo vuole la BEI,
    lo vuole la Merkel, lo vuole anche Hollànd
    perché è un tipo serio, non gioca col gland.
    E allora lo vuole perfino la CEI.

    Va forte nell’ambito degli atenei,
    qui sull’Appennino e là sulle And.
    Il gossip non gli entra mai nelle mutand,
    così come lùi non va néll’Opus Dei.

    Riccardi, l’eminenza a Sant’Egidio,
    lo guida nei meandri vaticani,
    così come Virgilio l’Alighieri.

    Berlusca può gridare al patricidio
    ma ormai gli restan solo i sette nani:
    non lui, ma Monti osannan gli incensieri.

    RispondiElimina
  2. guarda che anche il tuo finale non scherza!
    ... ma basta con i complimenti, se no qui ci prendono per due vecchie checche.
    E passi per le checche.

    RispondiElimina

  3. Monti servitore di due padroni?



    Lui sale in cattedra, non scende in campo
    che poi magari c’è pure il concime.
    Risponde a Berlusconi per le rime
    e già che c’è gli fa pure lo shampoo.

    Ci sfodera l’appeal di un ippocampo
    e smussa le parole con le lime.
    Da buon seminator sparge il becchime
    e mai che alla sua mano venga un crampo.

    Ha visto ormai più albe che tramonti
    per via di incontri al vertice non-stop.
    Duetta sia in inglese che in latino

    e piace pure al papa, Mario Monti.
    Se impara anche a ballare l’hula-hop
    prevedo un gran futuro da arlecchino.

    “Da Professore non disdegno un gran maestro.
    Per l’Opus dei, in poco tempo mi addestro”

    RispondiElimina