domenica 6 gennaio 2013

LISTA, poesia satirica


1 commento:


  1. Scelta civica per monti e per valli


    Scelta civica per Monti,
    Scelta civica per valli.
    Già mi pizzicano i calli
    per menare i finti tonti.

    “Col passato rompo i ponti,
    non avrò con me sciacalli:
    chi ha commesso già dei falli
    a Casini la racconti”.

    Poi specifica che il nome
    non è il suo, ma un sostantivo:
    si ritorni alla montagna,

    all’ascesi delle crome
    perché il popolo giulivo
    quando scala non si lagna.

    RispondiElimina