Staff de Il Peggio


Elenco degli autori e dei collaboratori de Il Peggio:


- Andrea Lazzo - Andreaseperso - asp - (pubblicazione, seo, poesie e vignette fotografiche, video, audio,  voce nelle videopoesie)
- Luigi Iacobellis - Lourid (poesie, vignette, vignette fotografiche, pubblicazione, post su fb, radio, voce nelle videopoesie)
- Giuseppe Del Buono - GDB (vignette, post su fb)
- Vincenzo Antonio Scalfari - Aristarco - Archiloco (poesie, post su fb)
- GMG (poesie in latino)
- Nunzio Lamonaca - Nunxio Bixio (poesie)
- S.M. (poesie, post su fb)
- Nino Panetta - Carlo Mars (post su fb
- Franklin Delano Impellenza (poesie)
- Jena Gamuna (poesie)
- Aureliano (poesie, post su fb)
- Vox (poesie)
- Edohard (fotomontaggi, post su fb)
- Khamard - Grieco - (Vignette)
- Marco Rizzi (vignette)
- L'Ortolano (poesie e vignette fotografiche)
- Poesie di S.B.(poesie)
- Ottandro (poesie)
- Gibbo 


CI PRESENTIAMO


Andrea Lazzo (Andreaseperso), irascibile e permaloso, dallo sguardo assassino, vive nel paradosso. Con Luigi ha creato Il Peggio per non lasciare che ogni idea finisca nel vento, soffiato da una politica di merda, seguendo l'esempio di Proust. Amante del non-sense e dell'astronomia; classico bravo ragazzo difficile da inquadrare;  si occupa di web marketing per aziende estere e ciò lo rende un cittadino cosmopolita e pugliese al tempo stesso. Sebbene questo possa essere identificato nel sottoscritto, ha voluto seguire l'esempio dell'amico Archiloco descrivendosi in terza persona.  [asp]

Luigi N. Iacobellis (Lourid): arcitaliano di passaporto yankee, da sempre dedito all'amletica leggera, se avesse potuto scegliere tra la vita e la morte, avrebbe scelto l'America. Ma non s'è mai voluto granché bene, quindi ha deciso di occuparsi di Berlusconi per il resto della sua (di Berlusconi? di Luigi? Chi può dirlo, in definitiva?) esistenza. [lourid]



Giuseppe Del Buono (GDB) ha il destino disegnato, fin dalla nascita. Vagisce per la prima volta il 29 settembre 1978, la data è fin da subito determinante per la sua esistenza. Sono da poco passate le 14, è venerdì, qualcuno, nelle ore precedenti la sua nascita, ha ucciso Papa Luciani. Alle 14 di un venerdì qualcuno ha crocefisso Cristo, possiamo dunque ben dire che c’è un alone di complotto intorno ai suoi natali. Il 29 settembre di 42 anni prima nasceva Silvio Berlusconi, si chiude definitivamente il cerchio delle tesi complottistiche ai danni di innocenti. La mano del fato continua prepotentemente ad agire. Ricorda nenie infinite per costringerlo a chiudere gli occhi, due di queste lo traumatizzeranno e ne condizioneranno le azioni future, “Carissimo Pinocchio”, di un mortifero Jonny Dorelli, e la colonna sonora di “Biancaneve e i sette nani” della Nazidisney. Piange per ogni singola nota, nani e Pinocchio diventeranno la sua ossessione. Sanmenaiolo da parte di madre, conosce le gesta di Andrea Pazienza fin dall’infanzia ma, pur abitando a 50 metri di distanza, non lo conoscerà mai di persona. Dopo aver riportato, su quaderni che avrebbero dovuto ospitare algebra e versioni di greco, le facce caricaturizzate della metà dei suoi concittadini e soprattutto dei disabili mentali stipati nell’ateneo che ha frequentato, approda in politica. Torna, come una maledizione verista, Silvio Berlusconi, la coincidenza di date trova un degno motivo di esistere e, con la stessa frequenza con cui il chirurgo estetico disegna i tratti del Cavaliere, GDB ne replica le gioconde fattezze. Accetta per la prima volta nella sua vita una raccomandazione, quella di Lourid. Arriva Il Peggio. [gdb]


Vincenzo Antonio Scalfari (Archiloco già Aristarco), padre di Eugenio Scalfari; proprietario di immobili in città e in periferia; politico di professione e di madre ignote; sempreverde, soprattutto in autunno; vergine di morale; prostituito alla satira; dicembrino tessitore di inganni; fabbroferraio e ridondante; poeta semiserio, lirico senza io, recitator senza soggetto ed in cerca di autore. [archiloco]

Franklin Delano Impellenza: Essere maschile come farebbe pensare il suo nom de plume, ma femmina, come lasciano intendere fumosi racconti nel senese, dove spesso è stata avvistata. Cotale incongruenza è dovuta a una visione in un sogno del defunto presidente americano, il quale le ha mostrato l'acronimo FDI con la glossa sotto "in hoc signo vinces". Va bene F, sta per Franklin, D, Delano vien da sè, ma I, cosa sarà? Convinta che Impellenza seguisse concettualmente Delano, decise così di aggiungere il suo tocco finale a ciò che il sovrannaturale aveva iniziato. Con la valigia perennemente in mano, spinta a compiere un pellegrinaggio alla tomba di FDR (sepolcro del cagnolino compreso) in Hyde Park, dicono di lei sempre i fumosi racconti succitati che sia l'incoerenza personificata, e che il dominio di Venere sul suo segno zodiacale la rende prossima, se non contigua, a ciò che è piacevole, e dunque buona tavola, buoni amici, arte, letteratura. Tuttavia sempre l'incoerenza di sopra fa sì che lei sia attratta da tutto ciò che è brutto e cattivo, il che ha reso pressoché inevitabile per lei imboccare quella strada che l'ha condotta a unirsi a questi loschi figuri dei quali leggerete o avete già letto le historie. [franklin delano impellenza]


Nunzio Lamonaca (Nunxio Bixio) trascorre i primi anni di vita nella provincia di Foggia. L'amore per la letteratura emerge sin dagli anni delle prime esperienze onanistico-puberali; già a 17 anni fonda la rivista autoprodotta CLITO, nella quale approfondisce in egual misura i temi difficili della sessualità femminile e della politica (presto divenuti unico soggetto). Dopo un breve periodo di contrasti con la perbenista società alto-borghese, si trasferisce a Bari dove otterrà il Baccalà(ureato) nel 2011.
Un trauma legato alla scoperta del sesso come esperienza collettiva frustrata da competizioni metriche lo renderà irriducibilmente misogino e malinconico. Le prime composizioni giovanili riflettono proprio il suo difficile rapporto col mondo femminile, in particolar modo il poemetto "Follicoli". Amante della velocità dei rapporti (intellettuali) con le nobildonne della società Pugliese, produrrà il suo personale manifesto poetico presso i tipi baresi del Peggio esaltando «le grandi folle agitate dal (poco) lavoro, dal piacere o dalla sommossa; la gloria della pratica autoerotica — sola igiene del mondo —, il militarismo, il patriottismo, il gesto distruttore del libertari, le belle idee per cui si muore e il disprezzo della donna.»
Lo stesso anni il Manifesto venne pubblicato sulla prima pagina del più prestigioso quotidiano Milanese, LE FIGAro. Poeticamente da questo momento in poi si muoverà sempre tra la solenne ode voltagabbana, l'elegia omoerotica e lo strale confindustriale.
Deluso dalle esperienze politiche coeve mette su una band hardcore punk chiamata "THE ANUS". [Nunxio Bixio]

Nino Panetta (Carlo Mars) Nino Panetta nasce a Policoro il 26 luglio del 1974. E' un uomo di poche par ... [Carlo Mars]

Jena Gamuna Dovesse scrivere ‘Le opere e i giorni’, Jena Gamuna se la caverebbe in due battute: le opere… ai posteriori l’ardua sentenza; i giorni… non mette conto parlarne. Figlio della rivoluzione d’Ungheria, ha respirato e respira da anni la stessa aria delle Loro Santità. Infatti le sue rime trasudano cloro, incenso e birra. Professione: aspirante pensionato frustrato. Tira di rima dall’età di undici anni, con lunghi decenni di letargia acuta. Poi viene posseduto dal furor rimandi e perde il controllo per brevi intervalli, tipo mancato controllo degli sfinteri, a tutto vantaggio della collettività. Tenta di abbozzare satira, politica e di costume, per puro spirito di cattiveria. Attacca sistematicamente Berlusconi perché gli invidia: i capelli, le dimensioni del pene e l’amicizia con il poeta Bondi.
Deve il suo cognome a una felice intuizione letteraria di Gianni Celati.
Non ha mai letto Diabolik, Moccia e Vespa.
Inoltre, non c’è altro da dire. [Jena Gamuna]

Adriano Morea (Aureliano) ha vissuto la maggior parte dei suoi giorni fingendosi persona colta, istruita e rispettosa, moralizzando un po' a casaccio a destra e a manca. Con la scusa che studia e suona, frequenta quattro ragazze alla volta tra università e conservatorio. Bitontino d'allevamento, aiutato dai suoni duri della sua lingua natìa, impara il Tedesco, nel cosiddetto periodo "biondo" delle sue donne e delle sue voglie. La sua permanenza in Germania è coincisa con un aumento della natalità del 15%. Casualità? Ma il suo grande amore son la terzina e lo sberleffo, che pratica sin dalle scuole medie, con un po' di prosa paracul-storiografica nel mezzo, non disdegnando generi meno seri come le istruzioni dei medicinali e il meteo. Grand'estimatore di sigari ed alcool, nonché devotissimo di quella donnaccia di Eva, moralizza e bestemmia con una certa nonchalance su tutto ciò che gli capita a tiro. Approda al Peggio, dopo essere stato notato in uno spot di Intimissimi.  [Aureliano]

Edo Romita (Edohard) - Nasce a Bari nel maggio 1977. Ingegnere saputello, saggista e filantropo, da anni ormai sta facendo della sua mediocrità la propria eccellenza. Nella continua ricerca del giusto compromesso fra etica ed estetica, dice ciò che nessuno osa dire, il tutto senza che nessuno glielo abbia chiesto. [edohard]

Rocco GRIECO “ KHAMARD “, lucano de V’r nall, disegnatore per passione e vignettista per gioco. Il sogno da grande ? Fare il madonnaro ! Eh sì…” da grande “ , perché “ mò nonneccosa “ ! Partecipo a mostre e concorsi comunitari ed extracomunitari e, qualche volta, porto a casa anche qualche ricordino. Dal 2000 a zonzo per il web con le mie “ Ciutarije “…. con ospitate su Virus ( l’Unità ) il Misfatto ( Fatto Quotidiano ) Il Foglio, il Ruvido e qualcun altro… Eh.. Sì.. ! Ciutarije, la parola che ha stregato Giulia ( oltre a “ varvaliesci “.. ) una delle prime volte in traferta a Bernalda. Fu la domanda di un vecchio amico a portarla alla ribalta = “ Rò, ma disegni ancora tutt chidd ciutarije ?… “ che, in simultanea, io trasformai “ chidd ciutarije” in…“ quelle vignette…“ E’ da quel giorno, che in casa nostra si parla di “ Ciutarije “… Un modo per farmi sentire l’aria du paise mije….. ( nostalgia ) .

Marco Rizzi (Marcorizzi) nasce a Bari nel 1974, l'anno del Live at Wembley dei Pink Floyd, per intenderci. Precoce nel disegno e nel completo disprezzo della società, non completa il suo corso di studi perchè preferisce disegnare anziché studiare. Dipinge murales, insegne, tatua mezzo paese, e disegna vignette. Sapete come ha conquistato una donna ? Vent'anni fa, costruendole un castello di compensato che riproduceva alla perfezione il castello Svevo. E lei, per ricompensarlo, l'ha costretto a diplomarsi. E' un operaio preparato e solerte, ma anche in fabbrica disegna perchè non può farne a meno. Come riconoscerlo? Dalle mani. Nere di fabbrica e colorate del suo mondo interiore.

Come nasce Il Peggio


Il Peggio, inizialmente partito da un'idea di Andreaseperso e Lourid, ha aperto le porte ad alcuni collaboratori, componendo  progressivamente una piccola squadra editoriale, formata da elementi desiderosi di manifestare in modo del tutto personale la propria prospettiva, il proprio punto di  vista sulla politica italiana e su tutto ciò che questa comporta. La politica e "il peggio" sono diventati quasi sinonimi, due facce della stessa medaglia. Anzi, lo stesso lato di una medaglia di cui un lato ci è ancora ignoto. Non siamo utopisti: il lato positivo, ammesso che esista, forse non lo vedremo mai. Al Peggio, d'altro canto, ci siamo abituati. In questa fanghiglia, Il Peggio borbotta in varie forme d'espressione: poesie, vignette, vignette fotografiche, prosa, pensieri. Non c'è una linea politica (forse, ma è un'affermazione inflazionata ergo la utilizziamo anche noi), ma una voglia di evidenziarne i suoi lati peggiori, più comici, più surreali, più paradossali. 
REPRISE
Da quando scrivemmo questa presentazione sono passati pochi mesi ma nel frattempo abbiamo avuto tante soddisfazioni. La prima, è stata quella di trovare sul nostro percorso i poeti Aristarco, S.M., Franklin Delano Impellenza (poetessa) e GMG. Tra tutti, per quantità di apporti e di simpatia, Aristarco si è rivelato il vero motore del Peggio, con tantissime proposte ogni giorno, una macchina da guerra (in senso buono).
Fondamentale, inoltre, l'ingresso di GDB, che con le sue vignette ha dato lustro al nostro blog, facendolo sembrare sempre più come un progetto serio. Ogni giorno, GDB crea delle vignette che non hanno niente da invidiare ai migliori vignettisti satirici italiani. Giudicate voi stessi. Un nostro plauso particolare va a lui, alla sua dedizione e alla sua creatività.
Oltre a queste due vere punte di diamante, non possiamo non ringraziare S.M. per il suo stile e per la sua vena poetica, che ci hanno aiutato ad acquisire popolarità, manifestata dai numerosi "mi piace" sulle sue poesie.
GMG è sicuramente il membro del Peggio più originale. La satira in poesie è di per sé insolita, ma la satira in latino non si vede spesso, almeno non negli ultimi secoli.
L'Ortolano, insieme ad Andreaseperso, oltre alle poesie si occupa soprattutto di fornire foto-vignette da godersi senza troppi sforzi. Infatti, sappiamo bene che non tutti sono appassionati di Poesie e alcuni le trovano persino noiose. Per questo, per una varietà di formati, si è pensato di fare satira anche con piccole caricature, frasi ad effetto, fotomontaggi e così via. 
Poesie di Sandro Bondi è una pagina facebook molto apprezzata, che è stata di fatto il campo di preparazione che ha dato vita a Il Peggio. Il suo fondatore e amministratore pubblica ottime poesie, facendo il verso all'ex ministro e poeta Sandro Bondi.
Infine, più di recente si è aggiunto Nunxio Bixio, il quale ha apportato uno stile originale e dall'impronta futurista. A lui, come tutti gli altri collaboratori presenti e futuri, facciamo i nostri peggiori auguri e porgiamo i nostri peggiori ringraziamenti.
Aggiornamento al 2012
Si sono uniti al gruppo Aureliano (poesie), mentre Carlo Mars ha decisamente iniziato a fare sul serio, con le sue incredibili frecciate (post su facebook).
Aggiornamento al 30 maggio 2013
Ad oggi possiamo vantare diversi cambiamenti. Innanzitutto, siamo fieri di aver incluso nel team due poetazzi come Jena Gamuna e Vox, due vere macchine da rima che ci seppelliscono ogni giorno con diverse poesie (di cui ne pubblichiamo il 50%). Sarà la classe del '50, quella che giocava a pallone con i pantaloncini e la giacchetta.
Oltre ai due poeti, si sono uniti anche Edohard (battute e fotomontaggi), Khamard (ottimo vignettista con tantissima esperienza) e Marcorizzi, altro vignettista con uno stile inconfondibile. 


Collaborazioni del Peggio: Il nuovo Male (Gdb); Pubblico (Andreaseperso, Lourid, Carlo Mars, Gdb); Radio Bari Città Futura, Radio 103 Indie per Cui.
Apparizioni del Peggio in TV: Ballarò, Zeta di Lerner (servizio di giornalettismo)


Andreaseperso